5 Ostuni:vacanze in Puglia tra trulli e masserie. Cultura e turismo nel centro storico della città bianca.
Vacanze in puglia - Ostuni Vacanze
Ostuni:vacanze tra trulli e masserie. Vacanze ad Ostuni in Puglia. Cultura e turismo nella città bianca.
Holidays in Italy - Vacations in Apulia Urlaub Italien - Ferienhaus Apulien
Puglia News

Home   Appartamenti   WeekEnd Prezzi & Prenotazioni   Come Raggiungerci   E-Mail
  turismo in puglia  
Stai in .... Ostuni puglia agriturismo - ostuni vacanze  
 
 
 
 

 

 
Ostuni vacanze

 

Ostuni
Casa per vacanze, villa ed ampio monolocale indipendente per vacanza ad Ostuni in Puglia.

 

Ostuni è d'obbligo visitarla per chi trascorre le vacanze al mare di Puglia .

Tra i trulli e le masserie di Ostuni si potranno trascorrere serene vacanze in campagna e scoprire posti incantevoli della Valle d'Itria e del Salento.


Ostuni , la città bianca, è situata alla fine della Murgia costiera su antichi insediamenti messapici.

Il centro storico della città di Ostuni è formato dalle caratteristiche case bianche.

Le viuzze  e le scalette, incorniciate da archi e volte, le tipiche loggette ed il bianco dei muri creano quell'atmosfera di fiaba che pervade Ostuni e trasporta in un tempo dove il tempo non esiste.


Ostuni è da visitare tutta ma in particolar modo:

  • La Cattedrale tardo gotica del 1400

  • La Chiesa di San Vito Martire. Attualmente ospita Il " Museo delle civiltà Preclassiche della Murgia meridionale"

  • La Chiesa dello Spirito Santo, costruita nel 1585

  • Il Santuario di San Biagio dell'XI secolo

  • Il Santuario di S. Oronzo

  • La Chiesa dell'Annunziata del 1499 che conserva la deposizione del Veronesi

  • La Chiesa di San Francesco del 1304

  • Il Santuario della Madonna della Nova del XVI secolo

  • Il Santuario della Madonna della Grata

 

Ostuni: vacanze inValle d'Itria


Chi trascorre le vacanze ad Ostuni in Puglia, con escursioni giornaliere potrà visitare:

 

L'ubicazione dei nostri appartamenti e gli affitti che pratichiamo sono ideali per trascorrere le vacanze in Puglia ad Ostuni.

 

Vacanza ad Ostuni
Itinerario turistico culturale a cura di Antonella Golia

 

L’itinerario che più frequentemente si percorre, e che più è rappresentativo della storia di Ostuni, è il percorso che congiunge l’ottocentesca Piazza della Libertà con Piazza Cattedrale.
Il cuore della vita sociale di Ostuni è ancora oggi Piazza della Libertà, contigua a P.zza S.Oronzo.
L’area attuale della piazza risale alla seconda metà del 1800, dopo l’unità d’Italia, quando furono abbattuti alcuni importanti monumenti quali la chiesa Ognissanti, la torre dell’orologio, l’ospedale,le carceri ed altri palazzi.
 
Gli scavi archeologici nella piazza, effettuati nel 2002, hanno riportato alla luce il torrione sinistro della Porta del Ponte abbattuto nella prima metà dell’ottocento.
 
In piazza Libertà ha la sua sede il comune di Ostuni che sostanzialmente è il rimaneggiamento del convento di S. Francesco.
Quando fu terminato il prospetto, anche l’ingresso della chiesa, che prima era alle spalle del palazzo, fu girato verso la piazza.
La facciata della chiesa è un continuum in stile neoclassico del palazzo di città.
L’interno della stessa presenta varie statue lignee, un dipinto della scuola di Luca Giordano, ed i due puttini  in marmo ai lati dell’altare maggiore che sono attribuibili alla scuola di Giuseppe Sanmartino.
 
Al centro della piazza si erge l’obelisco di S.Oronzo di circa mt.21  costruito dal 1769 al 1771 dallo scultore Giuseppe Greco e realizzato sul modello dell’obelisco dell’Immacolata in Piazza del Gesù Nuovo a Napoli.
L’obelisco di Ostuni è dedicato proprio al Santo patrono della città: S. Oronzo che risparmiò gli ostunesi dalla peste del 1740.
 
Percorrendo il Centro storico di Ostuni, la cosiddetta “Terra”, da via Cattedrale ci si imbatte in un agglomerato di violetti con “casedde” bianche.
E’ la calce che da sempre copre i muri delle case per motivi igienici e climatici e rende Ostuni famosa in tutto il mondo come la “città bianca”.
Si arriva così in piazza Sansone o del Moro, il centro del borgo medioevale.
Questo era la piazza dei nobili e lo si nota dalle cornici dei balconi decorate in stile barocco.
Importante è la presenza di un capitello corinzio che fungeva da gogna.
Salendo sempre per Via Cattedrale si incrocia via Continelli, caratterizzata dalla pavimentazione a chianche sporgenti.
Chianche che fungevano da fermo per i traini ed i cavalli.
 
Continuando il nostro percorso troviamo il complesso “Le Monacelle”, formato dall’antico convento delle “carmelitane scalze” e dalla chiesa di S.Vito Martire, uno dei più pregevoli monumenti in stile rococò del Salento.
Costruita tra il 1750 ed il 1752 è l’unico esempio di barocco rocaille in Ostuni e fu realizzata sul progetto di un anonimo ingegnere napoletano.
La facciata è composta  da conchiglie, volute e ghirlande che donano alla stessa un armonioso movimento.La cupola è rivestita da maioliche colorate provenienti da Napoli.
Oggi la chiesa ospita il Museo di Cviltà Preclassiche della Murgia Meridionale.
Dopo la chiesa troviamo l’arco, oltrepassato il quale , sulla sinistra si apre P.zza Cattedrale.
 
La piazza è delimitata dalla Cattedrale, dal palazzo Vescovile, dal Seminario dall’arco Scoppa  che li collega.
L’arco, voluto dal vecovo Scoppa, fu rivestito in muratura perché il ponte in legno era diventato malsicuro.
L’arco è la testimonianza dei contatti commerciali che la città ebbe con Venezia, esso si ispira chiaramente al ponte dei sospiri.
Il seminario è un edificio a tre piani in gran parte demolito  che conserva ancora esternamente le linee originali,così come il palazzo vescovile costruito nella seconda metà del 1700 sui resti dell’antica costruzione cinquecentesca.
I lavori per la costruzione  della Cattedrale durarono 35 anni  dal 1435 al1470.
La lunga durata dei lavori comportò una sovrapposizione di stili  dal romanico al gotico.
La facciata è tripartita da lesene, in ogni settore è alloggiato un portale ogivale di ispirazione gotica, quello centrale è dedicato all’Assunta  raffigurata in trono col Bambino e circondata da angeli. Ai piedi della Madonna notiamo la rappresentazione del Vescovo dell’Episcopato ostunese del periodo della costruzione  Nicola Arpone. Nelle lunette dei portali laterali sono  posizionate le sculture che rappresentano S. Giovanni e S.Biagio
Il rosone centrale è costituito da tre cerchi concentrici :

-il primo raffigura il Cristo in piedi poggiato su uno dei sette Cherubini che lo circondano;

-il secondo cerchio è formato da 12 colonnine che rappresentano i 12 Apostoli;

-il terzo invece è formato da 24 colonnine che stanno a rappresentare le ore del giorno e della notte.

 

Il festone esterno appare come una ghirlanda floreale  ma al suo interno ha la raffigurazione del Signore con i dodici Apostoli.
L’interno della chiesa è a croce latina , suddiviso in tre navate.
Nel ‘700 ha subito pesanti rimaneggiamenti. Quattrocenteschi sono solo due affreschi raffiguranti l’Annunciazione e S. Caterina d’Alessandria. Inoltre , quattrocentesche, sono due colonne in pietra non rivestite dallo stucco settecentesco.
Il percorso per il centro storico può proseguire inoltrandosi nei vicoletti  che si aprono su inaspettate terrazze panoramiche  con viste mozzafiato  sulla piana degli ulivi che degrada fino al mare.

ostuni agriturismo ostuni vacanze mare ostuni vacanze ostuni
 
puglia vacanze
 
vacanze in puglia
 
puglia vacanze al mare
 
puglia casa vacanze
 
puglia agriturismo
 
puglia appartamenti vacanze
 

Via per Vallegna, km.2 - 72017 Ostuni (Br)        tel. +39 0831 334798